Tre modi diversi di portare il kilt


image

Sicuramente ricorderete, chi con nostalgia, chi con disgusto , chi con gioia, il kilt, quella gonnella a pieghe  con un disegno scozzese che ci facevano indossare alle festicciole o per andare a scuola….

Io ho sempre adorato il kilt perché comunque era comodo, lo regolavi in vita e anche se correvi alla disperata non si apriva mai, grazie allo spillone. Potevi anche sederti per terra a gambe larghe e restavi composta come con i pantaloni.

Il mio kilt da ragazzina mi ha accompagnata per anni, credo di essermene disfatta in uno dei miei innumerevoli traslochi, pentendomene poi amaramente; tanto che lo scorso inverno trovandomi a Londra non me lo sono fatto scappare.

Perché questo indumento non è mai passato di moda, é sempre attuale dal 1500 ed ogni anno le fantasie tartan vengono riproposte dagli stilisti.  Ha una vestibilitá confortevole perché le pieghe consentono di camminare agevolmente ma rimane comunque accostato al corpo esaltandone la  silouette. Perché allora non riprendere il capo originale e reinterpretarlo e riutilizzarlo anche dop0 i 50 ?

Vi propongo tre diversi abbinamenti, con tre diverse fantasie, ma solo per darvi un’idea di come potete recuperarlo in chiave moderna.


image

La prima proposta prende spunto dagli anni ’60. Un dolcevita che riprenda un colore del check, magari il più scuro da abbinare ad un collant pesante, un paio di mocassini e guanti e cappello in maglia di un bel colore vivace, quello più evidente nel vostro kilt.

Il dolcevita rigorosamente dentro la gonna in modo che le fibbiette restino visibili. Un cappottino a uovo sopra completerebbe l’outfit .

 

image

La seconda proposta è più bon ton : abbinato ad una classica camicia bianca, un cardigan maschile con lo scollo a V, lungo sui fianchi e un po’ di fili di perle per addolcire lo stile. Ai piedi della comode eleganti brogue maschili e una borsa a mano , sobria e squadrata. Le brogue con dei calzini corti , scuri , sarebbero perfette ma se non ve la sentite di osare un  collant coprente andrà benone.

 

image

 

La terza proposta, pensata per un kilt sul rosso tipo clan  Royal Stewart o Wallace, considera due possibili abbinamenti, o con un blazer stile college o  con il chiodo in pelle nera, per renderlo un po’ più sportivo aggressivo. In entrami i casi come calzature vedrei bene dei Chelsea boot.

Spero che queste proposte vi siano piaciute e vi abbiano fatto rivalutare il vostro vecchio kilt e se avete altri abbinamenti da proporre siete le benvenute. Cercherò io le immagini per uno still life da condividere con voi.

 

Annunci

One thought on “Tre modi diversi di portare il kilt

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...